mercoledì 22 febbraio 2012

IMPOSTOR

Nello spazio nessuno può sentire le tue cazzate.

Girato in un momento di incoscienza collettiva dettato dalla calura estiva ecco il C movie che tenevamo nel cassetto per combattere la noia.
Le riprese di questa pietra angolare della fantademenza hanno impegnato ben un giorno intero (scrittura compresa) utilizzando la 16mm dei giorni nostri ossia una reflex digitale.
Inutile fare l’elenco, spesso involontario, delle citazioni prese dal cinema fantastico.

Come al solito è stata un’occasione per fare degli esperimenti. L’effetto pellicola rovinata anni ’70 è stato reso usando una vera pellicola, non i soliti effetti digitali dozzinali. In pratica si prende una pellicola nelle sue parti di testa e coda che di solito sono le più compromesse e non impressionate, le si scansiona in alta definizione e poi si unisce al filmato utilizzando una sovraimpressione della pellicola in positivo. O meglio invertendo il negativo in modo da visualizzare i graffi in bianco e non in nero.

Cliccate sull’immagine sottostante per andare alla pagina ufficiale. Si consigliano: pop-corn al formaggio, megaschermo, birrazza e rutto libero.



Nessun commento:

Posta un commento